Camillo B

Giovane, divertente e dinamico, circondato dalle bellezze di Piazza Cavour, proprio di fronte all’imponenza del Palazzaccio, Camillo B accoglie i suoi ospiti con un impalpabile ma reale leit motiv: il gioco. Tra comodi divanetti, luci soffuse e opere d’arte, condivisione, relax e design fanno da cornice a una cucina della memoria, semplice, tradizionale e familiare ma, allo stesso tempo moderna, suddivisa tra le due anime del locale che si rincorrono durante la giornata: Camillo B e Camilluccio.

Situato in una delle piazze più belle di Roma, non lontano dalla città del Vaticano, Camillo B è un’oasi di quiete, gusto e benessere. Il luogo ideale per concedersi una piccola pausa dagli affanni della vita quotidiana. Il filo conduttore che disegna la filosofia di Camillo B, è infatti il relax inteso però come momento di socialità e condivisione. Le giornate sono scandite da una proposta gastronomica variegata e dinamica, ideata per accontentare tutte le esigenze.

A far da cornice a una cucina della memoria, semplice e tradizionale ma, allo stesso tempo giovane e divertente, c’è un’atmosfera familiare e conviviale, alimentata giorno dopo giorno da un team affiatato. A gestire tutta la squadra è la famiglia Tudini, già proprietari di Gusto, della caffetteria Tudini in zona Termini e de La Gallina Bianca in Via Antonio Rosmini.

“Camillo B è un luogo che sentiamo veramente nostro. Le persone che lavorano qui non sono per noi semplici dipendenti ma una vera e propria famiglia. In sala e in cucina c’è grande rispetto, armonia e affetto. Il nostro obiettivo è ricreare un luogo che rispecchi Roma, la città e i suoi abitanti con le loro tradizioni, anche gastronomiche. Vogliamo che sia un locale di quartiere dove la clientela può arrivare e ritrovarsi come in famiglia, a qualsiasi ora del giorno”.

Sara Tudini
camillo b

Il locale è aperto dalla mattina alla sera, per una colazione gustosa, un pranzo veloce, un aperitivo o una cena rilassante ma anche per un tè o un cocktail in compagnia. Al suo interno troviamo infatti due aree che si alternano nel corso delle ore: Camillo B e Camilluccio.

Camillo B è lo spazio dedicato al pranzo e alla cena. Qui si possono assaporare pizze cotte nel forno a legna ma anche fritti sfiziosi, primi piatti, carni alla griglia e hamburger alla carta. Durante il giorno, si può optare per una proposta gastronomica più rapida grazie ad un ricco buffet, ideale per chi ha poco tempo per mangiare.

Camilluccio è invece la zona che accompagna gli ospiti lungo tutto il corso della giornata, dalla colazione al dopo cena. Qui si può stare comodamente seduti sorseggiando drink e vini selezionati accompagnati da tapas gustose e divertenti. Il luogo perfetto per un pasto giocoso e informale. Il venerdì e il sabato, la cucina di Camilluccio è aperta fino a tarda notte con uno speciale menù “after midnight”.

La proposta gastronomica

Camillo B

Aperta per il pranzo e per la cena, la cucina di Camilo B è gustosa, semplice e tradizionale, ma con un occhio di riguardo alle nuove tendenze della ristorazione moderna. A dirigere la brigata c’è Andrea Cecati, giovane e talentuoso cuoco al fianco della famiglia Tudini da ben 16 anni.

“La mia è una cucina delle origini che affonda le radici nella tradizionale – racconta Andrea Cecati – anche se cerco il più possibile di andare incontro alle esigenze della clientela. Prima di arrivare da Camillo B sono stato per tanti anni lo chef di Gusto, perciò sono da molti anni legato alla famiglia Tudini. Non ho studiato per diventare cuoco. Ho imparato il mestiere guardando mamma e nonna, che erano cuoche, e ho affinato la tecnica grazie ad alcuni corsi come A Tavola con lo Chef al fianco di chef Antonio Sciullo”.

In carta da Camillo B possiamo trovare gustosissimi fritti come supplì classici, alla ‘nduja o con spuma di ricotta e zucchine alla scapece, crocchette di patate, anche con burrata e cime di rapa e baccalà pastellato. E ancora fiori di zucca, calzoncini ripieni ma anche pollo fritto marinato con lime e pimenton e panato con corn flakes e panko. Dalla gastronomia, arrivano invece i ricchi taglieri composti da prodotti d’eccellenza come la mozzarella di bufala, la burrata di Andria, il prosciutto di Parma e quello di Bassiano.

Le pizze

Tra gli antipasti si possono ordinare inoltre le bruschette e due tipologie di pizza, servite a spicchi, perfette per esser condivise con i commensali: la crispy e la focaccia genovese. La prima, fritta e passata in forno, è ricca e croccante, viene servita con topping sfiziosi come, ad esempio, salsiccia, crema di ricotta, pomodori secchi e pepe fresco o con salmone affumicato, misticanza, limone e crème fraiche. La seconda, alta e morbida, come nella migliore tradizione ligure, viene accompagnata con ricotta di bufala, pomodori pachino confit, mandorle, parmigiano e basilico o con zucchine alla scapece, crema di ricotta, menta e concassè di pomodoro. O ancora con lardo di montagna, cioccolato fondente e cristalli di sale.

La convivialità è al centro della filosofia di Camillo B, per questo tutte le pizze in menu, realizzate da Matteo Martinenghi, sono pensate per esser spartite. Due gli impasti tra cui scegliere: semplice e integrale. I primi due sono realizzati con farine macinate a pietra del Molino Petra, con un’alta idratazione (per ogni chilo di farina c’è il 70% di acqua) e una lenta lievitazione (circa 48 ore). Il risultato è un prodotto fragrante, digeribile e gustoso ma soprattutto leggero. Sono pizze all’italiana, a metà strada tra le romane, basse e scrocchiarelle, e le napoletane dal soffice cornicione.

In carta possiamo trovare pizze ricche di gusto come la Scarpariello (pomodoro rosso Gargano, salsa cacio e pepe, pecorino e basilico) o la Fumée (mozzarella di bufala, pomodoro giallo, burrata fumée e basilico). E ancora la Napoletana (scarola, olive, pecorino e crumble di taralli) o la Contadina con speck, primo sale, giardiniera acetica e foglie di cavolo bruciate. All’insegna della creatività sono invece le pizze componibili: si può scegliere infatti una base tra marinara, margherita (anche con bufala), focaccia bianca, vegetariana bianca o funghi bianca, aggiungendo poi vari ingredienti della gastronomia come salumi e formaggi e verdure.

La griglia

Tra i secondi, dalla griglia arrivano diversi tipi di carne. Si può trovare la costata di manzo danese Dry Aged frollata per ben 70 giorni, la bistecca di Black Angus americana e la tagliata di manzo Sashi Beef finlandese dall’inconfondibile marezzatura. E ancora le ribs di maiale cotte a bassa temperatura e rigenerate in forno o la tagliata di pollo marinata nella birra.

Cinque invece i burger in carta: tre di manzo, uno di pollo e uno vegano. Il pane utilizzato è leggero e soffice, preparato con lievito madre. Gli hamburger sono esclusivamente realizzati con carne sceltissima di bovino adulto. Tra le proposte troviamo il panino classico con pomodoro, insalata e una salsa burger home made, il bacon cheeseburger con bacon, cheddar e cipolla caramellata, e lo smoked burger con l’aggiunta di un pizzico di affumicatura. Il burger di pollo è panato con corn flakes e panko, fritto e condito con mostarda al miele, pomodoro e insalata aromatica.

Innovativo è il vegan beyond burger, un burger con tutte le caratteristiche e la consistenza della carne ma completamente primo di proteine animali, realizzato con barbabietole, patate, cocco, bambù e piselli e servito con pane vegano, pomodori, insalata, crema di carote e zenzero.

Tuttel e carni provengono dalla storica macelleria Bombelli mentre, i tagli più particolari come dry aged e sashi, vengono direttamente dalla macelleria Gioal.

Camilluccio

Camilluccio è l’anima più divertente e dinamica del locale. Qui è possibile mangiare in qualsiasi ora della giornata. Dalle 8:00 via libera a gustose colazioni con pancake dolci e salati, omelette, uova strapazzate, bacon, yogurt, frutta fresca e cereali, crostate, biscotti e torte fatte in casa. Alle 12:00 si aprono invece le porte sul pranzo, alla carta o a buffet (10 euro compresa una bevanda) con un’ampia gamma di proposte succulente, ideali per chivuole mangiare con rapidità ma senza rinunciare al gusto, con un occhio di riguardo alla salute. Il pomeriggio di Camilluccio è invece all’insegna della caffetteria con tè selezionati, caffè e pasticcini home made.

Dalle 18:00, via libera all’aperitivo tra calici di vino, soft drink e cocktail d’autore accompagnati da 5 tapas espresse. Tra le proposte gustosi panzerotti, polpette, chips, verdure e cubotti di focaccia farciti. La cucina di Camilluccio rimane però sempre aperta per dare la possibilità a chiunque, e in qualsiasi orario, di concedersi una pausa gustosa.

Le tapas

In menu, in versione tapas, troviamo i supplì, tartare di manzo con parmigiano e tartufo e polenta con ciausciolo e funghi. E ancora polpo, patate e pimenton, hummus di ceci con olive kalamata e pomodori secchi, pappa al pomodoro con stracciatella e basilico o salmone marinato con pomodori verdi.

Dalla gastronomia arrivano invece le tapas di ricotta di bufala con miele di castagno e noci o la burrata di Andria servita con tapenade di olive taggiasche o con alici del Cantabrico e granella di pomodori essiccati. O ancora il prosciutto crudo di Bassiano accompagnato da una fresca mozzarella di bufala.

Due le pizze ordinabili anche da Camilluccio: la crispy e la genovese.

Non potevano mancare i primi e i secondi piatti, disponibili in due formati differenti, small o regular. Spazio dunque ai fusilloni con baccalà e broccoli,  ai ravioli di coda alla vaccinara e ai pici con polpo e pecorino. E ancora baccalà alla cacciatora, polpette al sugo e polpo grigliato con patate affumicate. Immancabili i piatti della tradizione romana come tonnarelli cacio e pepe con fiori di zucca fritti, e spaghettoni alla carbonara con asparagi.

Tutte le proposte sono servite in piccoli piatti colorati, studiati per creare sul tavolo una vera e propria opera d’arte.

Ma non finisce qui perché Camilluccio accoglie i suoi ospiti anche nel dopo cena per un drink e uno sfizio dalla cucina. Il venerdì e il sabato, fino all’1:30, è possibile lasciarsi coccolare dal menù “after midnight” con taglieri di salumi e formaggi e pizze fritte.

Il brunch

Fiore all’occhiello di Camilluccio è inoltre il brunch, un buffet variopinto, in programma ogni domenica e nei giorni festivi. Dalla mattina, sul tavolo si possono trovare quiche di verdure, uova con bacon e pollo al curry, insalate e focacce, centrifughe e dolci fatti in casa. Tutti i piatti proposti, rigorosamente stagionali, sono un punto d’incontro tra la tradizione italiana ed internazionale.

Buonissimi i pancakes espressi, realizzati dalle abili mani della maestra pasticcera Fausta Esposto. Le dolci fittelle possono essere farcite con tantissimi topping da marmellate fatte in casa a cioccolata, cocco, granelle e frutta fresca. Un momento della giornata interamente dedicato alle famiglie grazie alla presenza di animatori professionisti specializzati in spettacoli di marionette per adulti e bambini.

Piazza Cavour 21
Tel: 066832077
Sito

camillo b
Call Now ButtonChiamaci